contatori

Corso di inglese per bambini basato su anime erotico?

Può un corso per bambini essere basato su un anime erotico?  È noto che la cultura nipponica abbia un rapporto con la sessualità molto differente rispetto a quello di noi occidentali. Non è raro, infatti ritrovare certi concetti anche in manga ed anime per adulti estremamente diffusi in Giappone (e ormai anche qui in occidente)

L’anime erotico non è un caso isolato in Giappone

Come già asserito, in Giappone la concezione di erotismo e del sesso in generale sono molto differenti da quelli a cui siamo abituati. Non a caso ogni anno nel Sol Levante si svolgono sia la festa del pene che della vagina come simboli di fertilità, lasciando intuire come certi simboli per loro non siano così scandalosi come in occidente. Tuttavia c’è un caso che ha fatto un po’ discutere.

Sembra infatti che sia stato pubblicato un libro di testo destinato ai più piccoli per insegnare loro l’inglese, basato su una nota serie animata per adulti, nel quale le lezioni della lingua britannica vengono impartite con l’ausilio di sketch a sfondo erotico.

Il titolo del testo “La mia sorellina non può essere così carina” non lascia certo dubbi alla fantasia e richiama uno dei feticismi erotici più comuni fra i nipponici, quello appunto del rapporto più o meno incestuoso fra fratello e sorella.

Siamo abituati agli usi coloriti dei giapponesi ormai ma la pubblicazione di questo libro destinato all’insegnamento ha suscitato grande scalpore anche nel mondo occidentale che ne ha chiesto il ritiro immediato dal commercio.

Lungi da noi questionare su una cultura differente dalla nostra, ma questi espedienti rischiano di dare credito a servizi e trasmissioni televisive che su queste cose ci marciano diffondendo il falso di una cultura che per moltissimi aspetti è una fra le più belle del mondo. Speriamo che d’ora in avanti gli autori giapponesi riservino questi testi solo agli adulti volenterosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.