contatori

Ecco la realtà sulle dimensioni del pene

Il dilemma che affligge da sempre molti uomini è quello sulle dimensioni del pene. C’è chi le esalta a parole pur essendo nella media, c’è chi pensa che siano solo quelle a contare e chi invece se ne frega e fa con quello che ha.

In questo articolo vogliamo quindi darvi una base scientifica concreta su questa tematica così da aiutarvi ad accettare ciò che siete e a far buon uso dell’attrezzatura di piacere che la natura ha deciso di donarvi.

Quanto contano le dimensioni del pene?

Prima di tutto vogliamo però rispondere alla domanda da un milione di dollari: le dimensioni del pene contano? La risposta è si ma fino ad un certo punto. Non dovete credere ai porno o a chi dice che se non si ha un membro di dimensioni mastodontiche non si può far godere una donna.

La realtà dei fatti è che la parete vaginale ha una concentrazione di ricettori del piacere molto più elevata nei primi 5 centimetri di profondità, superati quelli si rischia addirittura di causare dolore.

Quindi avere un pene “piccolo” ma saperlo usare correttamente non vi creerà alcun svantaggio. Si perché le dimensioni non servono a niente se non si sa come prendersi cura della propria partner, ascoltandone i gemiti e le variazioni del respiro. Tutto sta nel capire come muoversi e ovviamente cercare di resistere il più a lungo possibile.

Ora che abbiamo fatto questa doverosa premessa che ogni uomo dovrebbe tenere a mente, vediamo cosa è risultato da uno studio inglese che ha comparato un campione di 10.000 uomini per trovare una media corretta sulle dimensioni del pene misurati in tre stati del membro:

  • lunghezza del pene flaccido: media 9,16 cm, (deviazione standard 1,57 cm);
  • lunghezza del pene “stirato”: media 13,24 cm, (deviazione standard 1,89 cm);
  • lunghezza del pene flaccido: media 13,12 cm, (deviazione standard 1,66 cm);
  • circonferenza del pene flaccido: media 9,30 cm (dev. Standard 0,90 cm);
  • circonferenza del pene eretto: media 11,66 cm (dev. Standard 1,10 cm).

Sono stati abbattuti i più comuni miti secondo cui l’altezza sarebbe inversamente proporzionale alle dimensioni del membro, o quelle relative all’etnia. Insomma Ora sapete la verità sulle misure standard, quindi non avete più nulla di cui vergognarvi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.