contatori

L’esibizionismo in varie forme

Una delle parafilie sessuali più comuni è l’esibizionismo. Negli anni però questo concetto ha cambiato di significando evolvendosi e coinvolgendo una fetta sempre più ampia di persone a prescindere da sesso ed età.

Si tratta di norma di una perversione molto presente negli uomini adulti che sentono l’impulso irrefrenabile di mostrare i propri genitali a persone non consenzienti (Solitamente donne adulte o bambine), senza provare però alcun desiderio di rapporto sessuale.

Il fattore psicologico che causa spesso questo impulso è da ricondursi ad un desiderio di dominare la vittima imponendo le proprie regole. Ciò porta l’esibizionista a vedere in lei un oggetto e non una persona, sulla quale può riversare i propri impulsi, arrivando addirittura in alcuni casi ad immaginare che la cosa possa far eccitare la suddetta vittima.

C’è stata però una certa evoluzione che, soprattutto a causa di internet, ha dato la possibilità a questi soggetti di espandere i loro orizzonti. Dimenticatevi quindi l’uomo nudo sotto l’impermeabile tipico della cultura popolare degli anni 90′, adesso gli esibizionisti hanno modi più diretti e discreti per coltivare la loro perversione.

Qualunque ragazza presente su una qualunque chat, su Facebook o su altri social network può essere testimone di queste parole, avendo a che fare ogni giorno con adulti che inviano loro foto dei loro genitali senza nemmeno provare ad instaurare una conversazione prima, dando adito alla definizione precedentemente espressa.

Va precisato che l’esibizionismo non è prettamente maschile, anche molte donne vivono questa perversione, seppur in maniera differente rispetto agli uomini. Il senso di dominazione è comunque comune ad entrambi i sessi ed è quello che anima questa tipologia di parafilia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.